Comunità Gattopardo

COMUNITÀ ALLOGGIO PER MINORI
“GATTOPARDO”
Via Cimabue, n° 31 – 92018 
 Santa Margherita Belice
Tel. 092532454

Ora volerai, Fortunata. Respira. Senti la pioggia. È
acqua. Nella tua vita avrai molti motivi per essere felice, uno di questi si
chiama acqua, un altro si chiama vento, un altro ancora si chiama sole ed arriva sempre come ricompensa dopo la pioggia. Apri le ali…… Ora volerai. Il cielo sarà tutto tuo.

dal libro “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” di Luis Sepúlveda

Descrizione

Iscritta al n° 1311 dell’albo regionale degli enti assistenziali pubblici e privati, previsto dall’art. 26 della L. R. n. 22/86.
Svolge la propria attività dal 2001 accogliendo minori di età compresa tra gli 6 e i13 anni di sesso maschile ma nel tempo ha accolto fratrie di età e sesso diverso.
L’immobile di civile abitazione è di proprietà della cooperativa.
È costituito da otto ampi locali e due bagni sviluppati su due piani. Al piano terra troviamo la zona giorno costituita da cucina, soggiorno pranzo, ufficio, un vano utilizzato per attività ricreative, laboratoriali e scolastiche, un bagno e una veranda coperta.
Al primo piano troviamo quattro camere da letto per un totale di 10 posti letto e un bagno. Davanti il fabbricato vi è una piazzetta luogo incontro con altri minori residenti nel comune.

Il programma di accoglienza del minore generalmente si esplica attraverso  lo sviluppo di tre fasi naturalmente collegate fra loro.

Prima fase

  • Accoglienza Recupero fisico, psicologico;
  • Apprendimento e rispetto delle regole comunitarie al fine di far parte integrante ed attiva del gruppo;
  • Creazione della relazione con l’operatore;
  • Partecipazione alle attività ricreative ed educative interne (gruppi di auto-mutuo-aiuto) e di laboratorio.

Seconda fase:

  • Rielaborazione della propria storia personale ed individuale di eventi critici;
  • Consolidamento e recupero delle proprie capacità (relazionale, cura di sé e delle proprie cose, recupero scolastico);
  • Prosecuzione delle attività della fase precedente;
  • Verifica dei rapporti familiari e analisi delle dinamiche personali;
  • Verifiche del percorso comunitario.

Terza fase:

  • Programmazione rientri in famiglia se opportuno
  • Tutoraggio degli operatori ai genitori negli interventi educativi;
  • Partecipazione alle attività ludico-ricreative nel territorio;
  • Programmazione di altri progetti futuri a tutela del minore (affidamento familiare ecc);
  • Programmazione con i minori di gestione autonoma del tempo libero (uscite, hobbies, ecc.);
  • Creazione di relazioni amicali con l’esterno.

 

Contatti:

Anna Calandra Coordinatrice tel 3389625277

Alfonsa Russo psicologa      tel 3337307420

Maria Gagliano Assistente Sociale tel. 3287120942

Anna Maria Caruso Responsabile  tel . 3285377896