Progetto SA.SCI.PA.

Il progetto SASCIPA, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali,  prevede l’attivazione di interventi finalizzati alla qualificazione delle competenze e capacità degli utenti mediante la realizzazione di progetti di approfondimento relativi a contesti reali o attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro in modo da facilitare l’inserimento sociale e la presocializzazione lavorativa dei MSNA: Minori Stranieri Non  Accompagnati presenti nelle territorio di riferimento delle Cooperative Sociali partner del progetto, realtà operative nel settore socio-assistenziale che si trovano a fronteggiare da diversi anni l’emergenza degli sbarchi di extracomunitari sulle rive della provincia di Agrigento.

 

Il progetto nasce dalla necessità di mettere a disposizione dei destinatari strumenti che possano consentire l’integrazione, la riabilitazione e l’emancipazione dal circuito di accoglienza e tali percorsi possono essere intrapresi solo attraverso un pieno coinvolgimento delle comunità di accoglienza.

 

Tra gli obiettivi del progetto vi è anche quello di creare una rete partenariale dialogante fra le comunità del territorio e i servizi sociali dei comuni coinvolti, in modo da tramutare le istanze dei beneficiari in aiuti concreti attraverso l’erogazione dei percorsi di politica attiva per migliorare la loro condizione e contrastare fenomeni di sfruttamento, lavoro nero ed esclusione sociale.

 

I destinatari coinvolti nel progetto ed inseriti nelle attività formative e di promozione di percorsi individualizzati di inserimento lavorativo sono complessivamente 35.

 

Si intendono attivare n. 8 doti individuali di “qualificazione” e n. 27 doti individuali di “occupazione” con la sperimentazione di tre mesi di attività di tirocinio formativo presso attività produttive del territorio.

 

Obiettivo trasversale dell’intero progetto SASCIPAè quello di promuovere e verificare l’efficacia di modelli operativi di rete di facile accessibilità, volti a favorire l’inserimento dei minori non accompagnati, prossimi alla maggiore età, nel tessuto sociale e lavorativo garantendo una loro efficace integrazione sociale e una regolare permanenza in Italia in linea con i requisiti richiesti dalle attuali normative vigenti.

 

 

Per fare ciò ci si è resi conto che le istituzioni chiamate alla realizzazione del progetto (Ente Capofila: POLILABOR s.c.s. di Sambuca di Sicilia; Partners del progetto: Soc. Coop. Sociale ARCOBALENO di Sciacca, Soc. Coop. Sociale QUADRIFOGLIO di Santa Margherita, Soc. Coop. Sociale IL GATTOPARDO di Palma di Montechiaro e l’Unione dei Comuni “TERRE SICANE”) debbano necessariamente essere concepiti quali “attori” della comunità locale per fornire risposte adeguate al fenomeno della immigrazione dei minori e ad una loro regolare permanenza in Italia.

 

L’isolamento, la mancanza di interazione, l’individualismo nel perseguire obiettivi parziali, anche se attuati in presenza di interventi tecnicamente ineccepibili, ripropongono nei fatti la cultura della marginalità.

 

Il metodo su cui fare affidamento per promuovere una forma innovativa di inclusione sociale e lavorativa per i soggetti destinatari dell’intervento deve necessariamente basarsi sulla “tecnologia” dell’intermediazione sociale, della concertazione, della relazione tra i diversi soggetti che sono chiamati, a vario titolo, ad attuare azioni finalizzate a rendere maggiormente accessibili le opportunità di qualificazione e di inserimento lavorativo dei giovani migranti.

1 Loc prom SASCIPA

Giornata Mondiale del Rifugiato 2013

 20 21 22 giugno

Giornata Mondiale del Rifugiato

Nei Comuni di Montevago e S. Margherita di Belice

l’Accoglienza va al di là dell’Emergenza

Il 20 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata del Rifugiato, istituita nel 2000 come occasione per ricordare la condizione di milioni di persone, in tutti i continenti, costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di persecuzioni, torture, violazioni di diritti umani, conflitti.

In Italia è attivo dal 2001 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) che è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. Nel 2012, gli Enti locali di S. Margherita di Belice e a Montevago, insieme alla Soc. Coop. Soc. “Quadrifoglio”, hanno attivato n.3 progetti territoriali di accoglienza, mettendo a disposizione dello SPRAR n.18 posti di accoglienza, destinati a maggiorenni richiedenti asilo e rifugiati.

«Perché organizzare la Giornata mondiale del rifugiato? … Per far conoscere i problemi per i quali  abbiamo lasciato i nostri paesi e le nostre famiglie»  racconta un richiedente asilo.

L’accoglienza integrata garantisce inoltre servizi di orientamento, informazione e accompagnamento verso la riconquista di un’autonomia perduta e con l’obiettivo di rinforzare le opportunità di integrazione delle persone.

Per la ricorrenza della Giornata Mondiale del Rifugiato sono previste iniziative volte a creare momenti d’incontro tra la cittadinanza e i rifugiati, nonché a stimolare riflessioni circa:

20 giugno, 17.30: Incontro interreligioso “L’accoglienza oltre l’Emergenza”, Villaggio Trieste, Montevago.

21 giugno, 21.00: Quadrangolare “Sport e razzismo: diamo un calcio all’intolleranza”, Campo Sportivo Comunale, S. Margherita di Belice.

 22 giugno 17.00: “Festa interculturale” con stand di sartoria sociale (Palazzo Sacco) cucina etnica, stand informativo, attività culturali e musicali, I° Cortile del Palazzo Filangeri Cutò, S. Margherita di Belice.

Vi aspettiamo!

17 giugno 2013

____________________________________________________

Per informazioni: c.quadrifoglio@tiscali.it tel. 3208788816

giornata mondiale rifugiato

Popoli nostri, popoli altri, il Gusto dell’Intercultura

Oggi, 24 Maggio alle ore 18,00, presso l’Atrio superiore del Comune di Sciacca, la Soc. Coop. Soc. “Quadrifoglio” parteciperà alla manifestazione “Popoli nostri, Popoli altri, il Gusto dell’Intercultura” organizzata dall’Associazione “Basta poco x farli sorridere” con sede a Sciacca.

Gli ospiti dei Centri SPRAR di Montevago e S. Margherita di Belice prepareranno delle pietanze tipiche del Pakistan e della Somalia.

Le donne del Laboratorio di Sartoria Sociale “3 R: Riduco, Riuso, Riciclo” esporranno i loro prodotti.

 


24 maggio 2013 2

24 maggio 2013